Pubblicazioni

Un palazzo per far risaltare il fasto della casata

Ascanio della Corgna era già Signore di Castiglione del Lago e del Chiugi, e nel 1563 ottenne il titolo di Marchese

Il Palazzo castiglionese dei della Corgna fu innalzato a partire dal 1563 in seguito all’acquisizione di Ascanio del titolo di Marchese di Castiglione. Concepito come una piccola reggia, era completamente isolato dal resto del paese e vi furono successivamente inseriti numerosi e ricchi giardini, decantati da letterati e poeti, e purtroppo persi. Il nucleo originale era costituito da una o più case-torri del 1200, trasformato poi all’inizio del ‘500 in casino da caccia dai Baglioni. All’inizio del secolo vi aveva ospitato personaggi importanti, come Niccolò Macchiavelli e Leonardo da Vinci.
Il progetto del Palazzo è stato attribuito sia al Vignola che all’Alessi, ma non è escluso che vi concorsero entrambi, o che fosse stato inizialmente progettato, almeno nelle sue parti essenziali, dallo stesso Ascanio della Corgna, architetto e ingegnere militare.i.

Un palazzo per far risaltare il fasto della casata

Ascanio della Corgna era già Signore di Castiglione del Lago e del Chiugi, e nel 1563 ottenne il titolo di Marchese

Il Palazzo castiglionese dei della Corgna fu innalzato a partire dal 1563 in seguito all’acquisizione di Ascanio del titolo di Marchese di Castiglione. Concepito come una piccola reggia, era completamente isolato dal resto del paese e vi furono successivamente inseriti numerosi e ricchi giardini, decantati da letterati e poeti, e purtroppo persi. Il nucleo originale era costituito da una o più case-torri del 1200, trasformato poi all’inizio del ‘500 in casino da caccia dai Baglioni. All’inizio del secolo vi aveva ospitato personaggi importanti, come Niccolò Macchiavelli e Leonardo da Vinci.
Il progetto del Palazzo è stato attribuito sia al Vignola che all’Alessi, ma non è escluso che vi concorsero entrambi, o che fosse stato inizialmente progettato, almeno nelle sue parti essenziali, dallo stesso Ascanio della Corgna, architetto e ingegnere militare.i.

Un palazzo per far risaltare il fasto della casata

Ascanio della Corgna era già Signore di Castiglione del Lago e del Chiugi, e nel 1563 ottenne il titolo di Marchese

Il Palazzo castiglionese dei della Corgna fu innalzato a partire dal 1563 in seguito all’acquisizione di Ascanio del titolo di Marchese di Castiglione. Concepito come una piccola reggia, era completamente isolato dal resto del paese e vi furono successivamente inseriti numerosi e ricchi giardini, decantati da letterati e poeti, e purtroppo persi. Il nucleo originale era costituito da una o più case-torri del 1200, trasformato poi all’inizio del ‘500 in casino da caccia dai Baglioni. All’inizio del secolo vi aveva ospitato personaggi importanti, come Niccolò Macchiavelli e Leonardo da Vinci.
Il progetto del Palazzo è stato attribuito sia al Vignola che all’Alessi, ma non è escluso che vi concorsero entrambi, o che fosse stato inizialmente progettato, almeno nelle sue parti essenziali, dallo stesso Ascanio della Corgna, architetto e ingegnere militare.i.